BACK
DEPORTATO POLITICO

ALVISI ERNESTO

Nato il 31 luglio 1882 a Bologna (BO)
Residente a Bologna (BO)
Arrestato il 7 dicembre 1944 a Anzola dell'Emilia (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna, campo di Bolzano
Deportato a Mauthausen l'8 gennaio 1945
Non è sopravvissuto alla deportazione

Familiari coinvolti: ALVISI FIORAVANTE
nessun numero assegnato

Alvisi Ernesto, da Alfonso e Innocenza Bortolotti, nato il 31 luglio 1882 a Bologna. Residente ad Anzola dell'Emilia (BO). Coniugato. Colono.

Fu attivo nel battaglione «Tarzan» della 7a brigata Garibaldi GAP «Gianni» ed operò ad Anzola dell'Emilia. Nella sua abitazione si tenevano riunioni con altri resistenti della zona.

È arrestato ad Anzola dell'Emilia con il figlio Fioravante il 7 dicembre 1944 nel corso del grande rastrellamento che in quei giorni investì la pianura tra San Giovanni in Persiceto, Amola, Anzola dell'Emilia. Centinaia di persone furono dapprima condotte in alcuni luoghi di concentramento nella zona, come la chiesa di Amola e il teatro di Sant'Agata, per essere eventualmente riconosciute da alcune spie, poi trasferite a Bologna per essere interrogate dalla Gestapo nel comando di via Santa Chiara e detenute nel carcere giudiziario cittadino.

Entra a San Giovanni in Monte il 9 dicembre 1944, a disposizione del «comando tedesco SS», registrato con matricola 12537.

Il 22 dicembre 1944 è aggregato al trasporto di 100 detenuti verso il campo di concentramento e transito di Bolzano-Gries, dove rimarrà fino all'8 gennaio 1945, data di partenza del convoglio che deporterà a Mauthausen 483 internati, tra i quali 84 del gruppo proveniente da Bologna.

All'arrivo nel lager austriaco, l'11 gennaio 1945, riceve la matricola 115804 ed è classificato con la categoria Schutz; mestiere dichiarato: contadino.

Risulta deceduto a Mauthausen il 25 febbraio 1945.

Riconosciuto partigiano dalla apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dal 15 giugno 1944 al 5 dicembre 1944.

È ricordato nel Sacrario in piazza Nettuno a Bologna. Ad Anzola Emilia una strada è intitolata ad Ernesto e Fioravante Alvisi.


FONTI PRINCIPALI:

- Mantelli-Tranfaglia, Il libro dei deportati, vol. I

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte


Rif: DEPORTATO POLITICO-2002



Informativa sui Cookie | Cookie Policy