BACK
LAVORATORE COATTO

ZANOTTI AURELIANO

Nato il 16 giugno 1926 a Imola (BO)
Residente a Fontanelice (BO)
Catturato il 22 giugno 1944 a Fontanelice (BO)
Luoghi di detenzione: campo di Caserme Rosse a Bologna, campo GBA di Fossoli, Verona, Francoforte sul Meno
Luoghi di lavoro nel Reich: Woellstein, località in Vestfalia
È sopravvissuto
nessun numero assegnato

Zanotti Aureliano, di Giuseppe, nato il 16 giugno 1926 a Imola (BO); residente a Fontanelice (BO). Celibe. Operaio.

E' catturato il 22 giugno 1944 nel corso di un rastrellamento tedesco a Fontanelice (BO) e insieme ad altri è tradotto a Castel del Rio per interrogatori nel locale comando tedesco, rimanendovi 8 giorni. In seguito è trasferito a Forlì e quindi a Bologna al campo di raccolta delle Caserme Rosse, da dove dopo alcuni giorni in un'autocolonna è portato a Verona e caricato su vagoni ferroviari in partenza per il Reich, raggiungendo un campo nei pressi di Francoforte sul Meno.

In seguito, è inviato nella vicina Woellstein, dove risulta registrato come lavoratore nell'azienda agricola della vedova di Philipp Jung a partire dall'1 agosto 1944. Dopo circa un mese è trasferito in una località della Vestfalia a scavare trincee, per circa 50 giorni, per poi rientrare a Woellstein, rimanendovi fino al 19 marzo 1945, data di arrivo delle truppe americane.

Dopo la liberazione è inviato a Treviri in attesa del rimpatrio, che avverrà il 10 luglio; nove giorni dopo raggiungerà la famiglia.


FONTI PRINCIPALI:

- Orazi, La deportazione nel Terzo Reich dall'archivio dell'Aned imolese

- CIDRA, archivio ANED Imola

Rif: LAVORATORE COATTO-3209



Informativa sui Cookie | Cookie Policy