BACK
LAVORATORE COATTO

TUBEROSA MARIO

Nato il 3 maggio 1910 a Imola (BO)
Residente a Imola (BO)
Arrestato il 24 maggio 1944 a Imola (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Imola, carcere di Bologna, Fossoli
Luoghi di lavoro nel Reich: Berlino, Wittemberge
È sopravvissuto
nessun numero assegnato

Tuberosa Mario, «Topolino», da Antonio e Teresa Pelliconi, nato il 3 maggio 1910 ad Imola (BO); lì residente. Licenza elementare. Barbiere.

Il Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia riporta le seguenti note.

Fu con Neo Cicognani, l'animatore di uno dei primi gruppi di patrioti della città romagnola. Partecipò ad un primo colpo armato contro i fascisti il 4 novembre 1943.

E' arrestato a Imola il 24 maggio 1944 e detenuto nel carcere mandamentale della Rocca. E' poi trasferito il giorno successivo a Bologna, dove entra in carcere di San Giovanni in Monte, ricevendo la matricola 10845, a disposizione del «comando tedesco SS», ovvero della Sipo-SD.

Il 5 luglio 1944 è trasferito con altri detenuti politici al campo di transito di Fossoli, da dove in seguito, forse tra fine luglio e inizio agosto, è trasferito a Verona e messo in partenza per il Reich per essere utilizzato come lavoratore coatto. Raggiunta in treno Berlino, dopo alcuni giorni in un campo di transito situato nei pressi della capitale è destinato a Wittemberge, nel Brandeburgo, dove rimarrà fino all'arrivo delle truppe dell'Armata rossa, nel maggio 1945, e anche in seguito in attesa del rimpatrio.

Rientrerà finalmente in Italia, raggiungendo la propria famiglia il 10 settembre 1945.


FONTI PRINCIPALI:

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Orazi, La deportazione nel Terzo Reich dall'archivio dell'Aned imolese

- CIDRA, archivio ANED Imola

Rif: LAVORATORE COATTO-3200



Informativa sui Cookie | Cookie Policy