BACK
DEPORTATO POLITICO

BARALDINI GIULIO

Nato il 2 marzo 1921 a Modena (MO)
Residente a Finale Emilia (MO)
Arrestato il 14 gennaio 1944 a Finale Emila (MO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna, carcere di Castelfranco Emilia, Verona
Deportato a Dachau, Natzweiler, Neuengamme l'1 marzo 1944
È sopravvissuto alla deportazione
nessun numero assegnato

Baraldini Giulio, nato il 2 marzo 1921 a Modena. Sarto.

Arrestato a Finale Emilia (MO), dal 14 gennaio 1944 è incarcerato a San Giovanni in Monte, Bologna, con la matricola 9110, a disposiizone del «comando tedesco SS» (ovvero l'Aussenkommando Bologna della Sipo-SD).

Il 29 gennaio 1944 a seguito di un bombardamento su Bologna che danneggia anche un'ala del carcere l'intera sezione tedesca dei detenuti politici è trasferita nel carcere di Castelfranco Emilia. Tra essi anche Baraldini, che vi rimane fino al 29 febbraio 1944, quando è aggregato ad un trasporto di 18 politici bolognesi che dopo una tappa a Verona raggiungerà Dachau il 2 marzo 1944. Qui riceve la matricola 64825 ed è classificato con la categoria Schutz. Mestiere dichiarato: sarto.

È trasferito a Natzweiler il 13 marzo 1944, dove riceve la nuova matricola 8088, ed in seguito a Neuengamme.


FONTI PRINCIPALI:

- Mantelli-Tranfaglia, Il libro dei deportati, vol. I

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

- Rubriche del carcere di Castelfranco Emilia

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Dachau, lista dei prigionieri compilata nel dopoguerra

Rif: DEPORTATO POLITICO-2012



Informativa sui Cookie | Cookie Policy