BACK
DEPORTATO POLITICO

VIGNOLI ARMANDO

Nato il 22 settembre 1898 a Cento (FE)
Residente a Castel Maggiore (BO)
Arrestato il 16 maggio 1944 a Bologna (BO)
Luoghi di detenzione: campo di Bolzano
Deportato a Flossenbuerg il 5 settembre 1944
Non è sopravvissuto alla deportazione
nessun numero assegnato

Vignoli Armando, di Antonio e Giuseppina Fortini, nato il 22 settembre 1898 a Cento (FE); residente a Castel Maggiore (BO), in frazione Lirone. Coniugato. Operaio fornaciaio.

Partigiano nella 63a brigata Garibaldi «Bolero». Arrestato a Bologna il 16 maggio 1944, è inviato il 30 dello stesso mese al campo di Fossoli, da dove è trasferito in data sconosciuta a Bolzano.

Il 5 settembre 1944 è deportato al lager di Flossenbuerg, dove giunge il giorno 7. Qui riceve la matricola 21788 ed è classificato con la categoria Schutz e Pol.

È trasferito al sottocampo di Altenhammer, poi ancora a Flossenbuerg dal 4 aprile 1945.

Morirà appena due giorni dopo, 6 aprile 1945.

Riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dall'1 ottobre 1943 alla Liberazione.


FONTI PRINCIPALI:

- Mantelli-Tranfaglia, Il libro dei deportati, vol. I

- D'Amico, Sulla strada per il Reich

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Flossenbuerg, registro di entrata dei prigionieri

- Flossenbuerg, schede dei prigionieri

Rif: DEPORTATO POLITICO-2312



Informativa sui Cookie | Cookie Policy