BACK
DEPORTATO POLITICO

VANELLI CORALLI VITTORIO

Nato il 2 febbraio 1910 a Bologna (BO)
Residente a Bologna (BO)
Arrestato il 29 febbraio 1944 a Bologna (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna, campo di Fossoli
Deportato a Mauthausen il 21 giugno 1944
Non è sopravvissuto alla deportazione
nessun numero assegnato

Vanelli Coralli Vittorio, da Giovanni e Celsa Luppi, nato il 2 febbraio 1910 a Bologna; lì residente. Bidello comunale.

Partigiano, militò nella 36a brigata Garibaldi «Bianconcini», comandante di plotone.

Arrestato a San Ruffillo, Bologna, il 29 febbraio 1944 e detenuto a San Giovanni in Monte, con matricola n. 9642, a disposizione del locale comando Sipo-SD.

Il 6 maggio 1944 è trasferito con un gruppo di detenuti politici al campo di concentramento di Fossoli.

È deportato il 21 giugno 1944 a Mauthausen, dove giunge il 24. Qui riceve la matricola 76615 ed è classificato con la categoria Schutz; mestiere dichiarato: funzionario.

È assegnato al sottocampo di Gusen, dove risulta deceduto il 19 gennaio 1945 alle ore 5,00 (secondo il certificato di morte compilato in lager il giorno successivo dal Blockfuehrer).

Riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dal 30 settembre 1943 al 19 gennaio 1945.

È ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.


FONTI PRINCIPALI:

- Mantelli-Tranfaglia, Il libro dei deportati, vol. I

- Mauthausen, schede dei prigionieri

- D'Amico, Sulla strada per il Reich

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

Rif: DEPORTATO POLITICO-2299



Informativa sui Cookie | Cookie Policy