BACK
INTERNATO A FOSSOLI

SABBIONI EROS

Nato il 23 giugno 1923 a Medicina (BO)
Residente a Bologna (BO)
Arrestato il 18 febbraio 1944 a Bologna (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna, carcere di Parma, carcere di Castelfranco Emilia
Internato a Fossoli
È sopravvissuto
nessun numero assegnato

Sabbioni Eros, «Aldo Conti», da Ermenegildo e Bianca Tozzi, nato il 23 giugno 1923 a Medicina (BO); residente a Bologna. Licenza elementare. Apprendista tornitore alla Sasib.

Entrò nell'attività clandestina nel 1939, tramite Dino Sasdelli, quale membro del comitato di fabbrica del PCI.

E' arrestato il 26 gennaio 1944, dopo l'uccisione del federale Eugenio Facchini, e percosso e torturato nella sede della GNR di porta d'Azeglio e nel comando delle Sipo-SD di via Santa Chiara dalla Gestapo. E' quindi incarcerato dal 18 febbraio 1944 a San Giovanni in Monte, con matricola 9503, a disposizione del «comando tedesco SS».

Vi rimane fino al 22 maggio 1944, quando risulta inviato "per sfollamento" al carcere di Parma, poi a quello di Castelfranco Emilia.

E' infine trasferito al campo di concentramento di Fossoli, dove resta internato fino al settembre 1944, quando caricato su un convoglio diretto in Germania riesce a scappare, insieme all'amico Bruno Trombetti.

Tornato a Bologna riprende l'attività resistenziale sotto la nuova identità di Aldo Conti, collaborando con il CUMER e operando nelle zone di Castenaso e Castel San Pietro.

Riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dal 9 settembre 1943 alla Liberazione.


FONTI PRINCIPALI:

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

Rif: INTERNATO A FOSSOLI-2469



Informativa sui Cookie | Cookie Policy