BACK
DEPORTATO POLITICO

PAOLAZZI BRUNO

Nato il 17 gennaio 1910 a Milano (MI)
Residente a Camugnano (BO)
Arrestato il 19 novembre 1943 a Camugnano (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna, carcere di Castelfranco Emilia, Verona
Deportato a Dachau, Natzweiler l'1 marzo 1944
nessun numero assegnato

Paolazzi Bruno, nato il 17 gennaio 1910 a Milano (MI); residente a Camugnano (BO).

Arrestato a Camugnano il 19 novembre 1943 dalla 67a legione della Milizia e incarcerato dal 25 novembre a San Giovanni in Monte, matricola 8576, passando in seguito sotto autorità Sipo-SD.

Il 29 gennaio 1944 a seguito di un bombardamento su Bologna che danneggia anche un'ala del carcere l'intera sezione tedesca dei detenuti politici è trasferita nel carcere di Castelfranco Emilia. Tra essi anche Paolazzi, che vi rimane fino al 29 febbraio 1944, quando è aggregato ad un trasporto di 18 politici bolognesi che dopo una tappa a Verona raggiungerà Dachau il 2 marzo 1944. Qui riceve la matricola 64817 ed è classificato come Schutzhaeftlinge, detenuto per motivi di sicurezza (equivalente in sostanza a detenuto politico), con triangolo rosso.

È poi trasferito il 13 marzo 1944 a Natzweiler, dove giunge il 16; matricola 8363.    

Deceduto il 29 novembre 1944 nel sottocampo di Heilbronn-Neckargartach (Natzweiler), nome in codice «Steinbock», nel Baden-Wuertemberg, dove dall'estate 1944 erano stati fatti affluire detenuti destinati alla crezione di tunnel allargando le esistenti miniere di sale per ospitarvi produzioni belliche per la I.G. Farben e altre aziende.


FONTI PRINCIPALI:

- Mantelli-Tranfaglia, Il libro dei deportati, vol. I

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

- Rubriche del carcere di Castelfranco Emilia

- Natzweiler, schede dei prigionieri

- Dachau, lista dei prigionieri compilata nel dopoguerra

Rif: DEPORTATO POLITICO-2220



Informativa sui Cookie | Cookie Policy