BACK
DEPORTATO POLITICO

MARANI GIUSEPPE

Nato l'1 febbraio 1915 a Minerbio (BO)
Residente a Minerbio (BO)
Arrestato nel giugno 1944 a Minerbio (BO)
Luoghi di detenzione: campo di Fossoli, campo di Bolzano
Deportato a Flossenbuerg il 5 settembre 1944
Non è sopravvissuto alla deportazione
nessun numero assegnato

Marani Giuseppe, da Francesco e Giuseppina Scazzieri, nato l'1 febbraio 1915 a Minerbio (Bo); lì residente nel 1943. Muratore. Prestò servizio militare in artiglieria a Bologna.

Partigiano nella 4a brigata Garibaldi «Venturoli», opera a Minerbio, fino all'arresto, nel corso di un rastrellamento nella zona di Minerbio-Cà de Fabbri, nel giugno 1944. È trasferito al campo di transito di Fossoli, poi a Bolzano-Gries, da dove è deportato il 5 settembre 1944 a Flossenbuerg, giungendovi il giorno 7. È immatricolato con il n. 21481.

È trasferito al sottocampo di Hersbruck, il più grande, insieme a quello di Leitmeritz, fra i campi dipendenti, utilizzato per fornire mano d'opera destinata a consumarsi in poco tempo nel massacrante lavoro di scavo di un vasto sistema di gallerie dove avviare una produzione di motori aeronautici BMW.

Risulta lì deceduto in data 6 dicembre 1944.

Riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dal 9 settembre 1943 al 6 dicembre 1944.


FONTI PRINCIPALI:

- Mantelli-Tranfaglia, Il libro dei deportati, vol. I

- D'Amico, Sulla strada per il Reich

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Venegoni, Uomini, donne e bambini nel Lager di Bolzano

- Flossenbuerg, registro di entrata dei prigionieri

- Flossenbuerg, schede dei prigionieri

ALTRE FONTI:

- Marani Giuseppe è citato in: Franco Varini, Un numero un uomo, Vangelista, Milano 1994, pp. 46, 55, 65.

Rif: DEPORTATO POLITICO-2172



Informativa sui Cookie | Cookie Policy