BACK
DEPORTATO POLITICO

LOLLI ADELMO

Nato il 10 novembre 1893 a Bologna (BO)
Residente a Bologna (BO)
Arrestato il 19 settembre 1943 a Bologna (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna, carcere di Castelfranco Emilia, Verona
Deportato a Dachau l'1 marzo 1944
Non è sopravvissuto alla deportazione
nessun numero assegnato

Lolli Adelmo, da Cesare e Leonilde Venturi, nato il 10 novembre 1893 a Bologna; lì residente nel 1943. Licenza elementare. Pastaio.

Schedato nel Casellario Politico Centrale tra il 1933 e il 1942, come comunista.

Il Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia riporta le seguenti note.

Iscritto al PCI, è arrestato nel 1932 per associazione e propaganda sovversiva, amnistiato con ordinanza del Tribunale speciale del 5 gennaio 1933. Il 17 marzo 1933 è assegnato a 5 anni di confino a Ponza (LT). Nello stesso anno è schedato e classificato di 3a categoria, quella delle persone considerate politicamente più pericolose. Dalla commissione provinciale di Littoria (oggi Latina) gli sono riassegnati, con sentenza del 3 marzo 1939, altri cinque anni.

Liberato nell'agosto 1943 rientra a Bologna, ma è arrestato per ordine dell'ufficio politico della Questura il 19 settembre 1943 insieme ad altri noti antifascisti bolognesi. Lo stesso giorno è registrato in ingresso a San Giovanni in Monte con la matricola 7999. Da fine novembre 1943 passa sotto autorità tedesca Sipo-SD.

Il 29 gennaio 1944 a seguito di un bombardamento su Bologna che danneggia anche un'ala del carcere l'intera sezione tedesca dei detenuti politici è trasferita nel carcere di Castelfranco Emilia. Tra essi anche Lolli, che vi rimane fino al 29 febbraio 1944, quando è aggregato ad un trasporto di 18 politici bolognesi che dopo una tappa a Verona raggiungerà Dachau il 2 marzo 1944. Qui riceve la matricola 64809 ed è classificato come Schutzhaeftlinge, detenuto per motivi di sicurezza, equivalente in sostanza a detenuto politico, con triangolo rosso.

Risulta deceduto a Dachau il 24 gennaio 1945.

Riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dal 9 settembre 1943 al 19 aprile 1945.


FONTI PRINCIPALI:

- Mantelli-Tranfaglia, Il libro dei deportati, vol. I

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

- Rubriche del carcere di Castelfranco Emilia

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

Rif: DEPORTATO POLITICO-2162



Informativa sui Cookie | Cookie Policy