BACK
INTERNATO A FOSSOLI

LIBERTI BRUNO

Nato il 14 gennaio 1913 a General Dehesa (Argentina)
Residente a Osimo (AN)
Arrestato il 14 dicembre 1943 a Bologna (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna, carcere di Castelfranco Emilia
Internato a Fossoli (fucilato a Cibeno)
Non è sopravvissuto
nessun numero assegnato

Liberti Bruno, nato il 14 gennaio 1913 a General Dehesa (Argentina); residente a Osimo (AN). Cattolico, di famiglia benestante, laureato all'università di Bologna.

Aveva partecipato alla campagna di Etiopia, ottenendo due croci al merito e una medaglia di bronzo, poi durante la guerra mondiale era divenuto capitano dei granatieri.

E' arrestato il 14 dicembre 1943 e per ordine del comando Sipo-SD incarcerato a San Giovanni in Monte, con matricola 8778, restando vi fino al 29 gennaio 1944, quando a seguito di un bombardamento i danni ad un'ala del carcere inducono a spostare tutta la sezione tedesca al penitenziario di Castelfranco Emilia.

Il 6 giugno 1944 durante un trasferimento di politici da Bologna al campo di concentramento di Fossoli, il camion fa tappa in quel carcere e carica anche Liberti.

Nel Dulag carpigiano riceve la matricola 1397 ed è assegnato alla baracca 17.

Il 12 luglio, è fucilato assieme ad altri 66 internati nell'eccidio del poligono di Cibeno.


FONTI PRINCIPALI:

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

ALTRE FONTI:

- Anna Maria Ori, Carla Bianchi Iacono, Metella Montanari, Uomini, nomi, memoria. Fossoli 12 luglio 1944, Carpi 2004, ad nomen

Rif: INTERNATO A FOSSOLI-2475



Informativa sui Cookie | Cookie Policy