BACK
LAVORATORE COATTO

PADERNI GIUSEPPE

Nato l'8 gennaio 1903 a Minerbio (BO)
Residente a Minerbio (BO)
Arrestato il 19 giugno 1944 a Minerbio (BO)
Luoghi di detenzione: Fossoli
Luoghi di lavoro nel Reich: Slesia
È sopravvissuto
nessun numero assegnato

Paderni Giuseppe, da Guglielmo e Florinda Ballandi, nato l'8 gennaio 1903 a Minerbio (BO); lì residente. Licenza elementare. Autista.

Militò nella 4a brigata Garibaldi «Venturoli» e operò a Minerbio.

Il 19 giugno 1944 è arrestato a Minerbio con il fratello Antonio e altri compagni e inviato al campo di transito di Fossoli, dove riceve la matricola 2086 rimanendovi fino alla fine del luglio successivo, quando è inviato nel Reich per essere impiegato come lavoratore coatto in una località che lui descriverà come "Diinfurt" (non meglio identificatabile, più probabilmente una località della Slesia, dove furono inviati anche molti dei suoi compagni di cattura) e altri luoghi.

Rientrerà in Italia il 28 giugno 1945.

Riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dall'1 gennaio 1944 alla Liberazione.


FONTI PRINCIPALI:

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Archivio ANED Bologna, pratiche vitalizio

 

Rif: LAVORATORE COATTO-3330



Informativa sui Cookie | Cookie Policy