BACK
FUCILATO IN PIAZZA

GUERZONI LUIGI

Nato il 18 febbraio 1914 a Ravarino (MO)
Residente a Bologna (BO)
Fucilato il 9 luglio 1944 in Piazza Nettuno
nessun numero assegnato

Guerzoni Luigi, da Arturo ed Ernesta Freni, nato il 18 febbraio 1914 a Ravarino (MO); residente a Bologna. Licenza elementare. Meccanico.

Militò nella 7a brigata Garibaldi GAP «Gianni» e operò a Bologna.

Catturato da militi fascisti, è fucilato in piazza Nettuno il 9 luglio 1944. Sarà il primo di una serie di partigiani che saranno uccisi nella stessa piazza o le cui salme vi verranno esposte per intimorire la popolazione. Il luogo diverrà tristemente noto come "posto di ristoro dei partigiani" per il cartello che sarà posto sui corpi delle vittime della fucilazione successiva, il 14 luglio1944.

Notizia della fucilazione di Luigi Guerzoni sarà data l'11 luglio 1944 sulla cronaca di Bologna de «il Resto del Carlino» in un trafiletto:

«Un vile assassino passato per le armi. La Prefettura comunica. E' stato passato per le armi in Bologna l'attentatore Luigi guerzoni di Arturo, nato in Ravarino (Modena) il 18 febbraio 1914, celibe, abitante a Bologna in via Aurelio Saffi 13, trovato armato e in possesso di lire 17.800. Il Guerzoni, asservito al soldo nemico, uccise proditoriamente in Bologna il Vice-brigadiere della Guardia nazionale ferroviaria Attilio Borghesani».

Seguiva un commento redazionale che iniziava con l'affermazione «Giustizia è stata fatta» e che esprimeva soddisfazione per l'azione di difesa contro i delitti commessi da «mano comunista» ai membri della milizia ferroviaria.

E' stato riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dal 15 settembre 1943 al 9 luglio 1944.


FONTI PRINCIPALI:

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

Rif: FUCILATO IN PIAZZA-4346



Informativa sui Cookie | Cookie Policy