BACK
FUCILATO A RASTIGNANO?

GIGLIOLI UMBERTO

Nato il 22 novembre 1911 a Rovereto di Novi di Modena (MO)
Residente a Malalbergo (BO)
Arrestato il 4 marzo 1945 a Malalbergo (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna
Fucilato il 4 aprile 1945 a Rastignano?
nessun numero assegnato

Giglioli Umberto, da Ezzelino e Giuseppina Gasperini, nato il 22 novembre 1911 a Rovereto di Novi di Modena (MO); residente a Malalbergo (BO). 4a elementare. Bracciante; operaio.

Militò nel battaglione «Gotti» della 4a brigata Garibaldi «Venturoli» e operò a Malalbergo.

Il 4 marzo 1945 è prelevato dai tedeschi dalla sua abitazione. Condotto in seguito a Bologna, è incarcerato a San Giovanni in Monte dal 15 marzo 1945, con matricola 13491, a disposizione del «comando tedesco SS».

Rilasciato dal carcere il 4 aprile 1945 per essere consegnato ad «agente comando tedesco SS», risulta disperso.

Con ogni probabilità fu ucciso in una esecuzione attuata da militi SS con modalità analoghe a quelle che nei mesi precedenti avevano avuto come teatro i colli di Paderno e la stazione di San Ruffillo, ma in luogo diverso, forse in località Il Pero, a Rastignano di Pianoro, dove nel 1974 fu rinvenuta una fossa comune che molti elementi lasciano supporre abbia accolto almeno parte dei detenuti scomparsi dopo i prelevamenti dal carcere del 4, 9 e 17 aprile 1945.

Il 27 dicembre 1945 il tribunale di Bologna ha emesso sentenza di morte presunta.

E' stato riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dall'1 maggio 1944 al 5 aprile 1945.

È ricordato nel Sacrario in piazza Nettuno a Bologna.


FONTI PRINCIPALI:

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

ALTRE FONTI:

- Andrea Ferrari, Paolo Nannetti, L’eccidio di San Ruffillo. Repressione nazifascista a Bologna nell’inverno 1944-45, Bologna 1988.

Rif: FUCILATO A RASTIGNANO?-4043



Informativa sui Cookie | Cookie Policy