BACK
INTERNATO A BOLZANO

GAIBA GIOVANNINO

Nato il 20 ottobre 1918 a San Lazzaro di Savena (BO)
Residente a Bologna (BO)
Arrestato il 4 gennaio 1945
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna, Verona
Internato a Bolzano
È sopravvissuto
nessun numero assegnato

Gaiba Giovannino, «Capo», da Demetrio e Amedea Chiapperini, nato il 20 ottobre 1918 a San Lazzaro di Savena (BO); residente a Bologna. Licenza elementare. Fabbro.

Aderì alla Resistenza nella 4a brigata Garibaldi «Venturoli», operando a Fiesso di Castenaso (BO).

È arrestato il  4 gennaio 1945 e condotto a Bologna, dove è incrcerato a San Giovanni in Monte, con matricola 12844, a disposizione dell'Aussenkommando Bologna della Sipo-SD. Esce il 28 febbraio 1945, quando un centinaio di detenuti vengono trasferiti prima alle carceri tedesche di Verona (dove alcuni nel corso di un bombardamento riusciranno a fuggire), e in seguito al campo di concentramento di Bolzano-Gries.

Qui riceve la matricola 10505 ed è assegnato al Blocco E.

Liberato nei primi giorni di maggio 1945.

Riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale con il grado di  tenente, con ciclo operativo dall’1 settembre 1944 alla Liberazione.


FONTI PRINCIPALI:

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

- Venegoni, Uomini, donne e bambini nel Lager di Bolzano

Rif: INTERNATO A BOLZANO-2366



Informativa sui Cookie | Cookie Policy