BACK
EBREA BOLOGNESE

FORTI ELDA

Nata il 7 agosto 1881 a Lugo di Romagna (RA)
Residente a Bologna (BO)
Arrestata il 17 dicembre 1943 a Cesena (FO)
Luoghi di detenzione: campo di Forlì, carcere di Ravenna, carcere di Milano
Deportata ad Auschwitz il 30 gennaio 1944
Non è sopravvissuta

Familiari coinvolti: FORTI ANNA FORTI LINA FORTI LUCIA
nessun numero assegnato

Forti Elda, da Emanuele e Cleofe Jachia, nata il 7 agosto 1881 a Lugo di Romagna (RA). Residente a Bologna, e/o domiciliata a Napoli. Artigiana. Membro della Comunità ebraica di Bologna.

E' arrestata con le tre sorelle Anna, Lina e Lucia a Cesena (FO) il 17 dicembre 1943 da italiani.

Detenute prima al campo di concentramento di Forlì (allestito in un hotel), poi nel carcere di Ravenna dal 23 gennaio 1944 con le matricole dal 2795 al 2798, sono infine consegnate ad agenti di PS il 25 gennaio successivo per essere trasferite a Milano.

Saranno deportate al lager di sterminio di Auschwitz con il convoglio in partenza dalla stazione del capoluogo lombardo il 30 gennaio 1944.

E' dubbia l'eventuale immatricolazione all'arrivo, il 6 febbraio 1944.

Deceduta il luogo ignoto in data ignota, come le altre tre sorelle.

Il suo nome è ricordato a Bologna nella Lapide della Comunità Israelitica in via Mario Finzi tra quelli dei membri deportati senza ritorno e sullalapide della rocca di Lugo


FONTI PRINCIPALI:

- Picciotto, Il libro della memoria

- Archivio di Stato di Bologna, Prefettura di Bologna, Ufficio A.B.E.

ALTRE FONTI:

- Gregorio Caravita, Ebrei in Romagna, 1938-1945: dalle leggi razziali allo sterminio, ed. Longo, Ravenna 1991


Rif: EBREO BOLOGNESE DEPORTATO DA FUORI PROVINCIA-1101



Informativa sui Cookie | Cookie Policy