BACK
FUCILATO A SAN RUFFILLO

DRAGHETTI REMO

Nato il 9 giugno 1922 a Bologna (BO)
Residente a Bologna (BO)
Arrestato il 19 dicembre 1944 a Crespellano (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna
Fucilato il 20 febbraio 1945 a San Ruffillo
nessun numero assegnato

Draghetti Remo, «Diavolo Rosso», da Cipriano e Fernanda Guizzardi, nato il 9 giugno 1922 a Bologna; lì residente. Muratore. 2a elementare. Prestò servizio militare a Udine in fanteria dal 1942 al 1943.

Militò nel battaglione «Tarzan» della 7a brigata Garibaldi GAP «Gianni» ed operò ad Anzola dell'Emilia (BO).

È arrestato il 19 dicembre 1944 e incarcerato a Bologna in San Giovanni in Monte dal 10 febbraio 1945 con la matricola 13207 a disposizione della Sipo-SD dell'Aussenkommando Bologna.

Il 20 febbraio 1945 per ordine del «comando tedesco SS» risulta in uscita dal carcere "per rilascio" insieme ad altri 5 detenuti. Condotti davanti al rudere della stazione periferica di San Ruffillo, dove saranno fucilati e sepolti sommariamente in alcuni crateri di bomba. L’eccidio sarà scoperto casualmente poco dopo la Liberazione, e anche se la sua salma non sarà riconosciuta in Certosa tra quelle provenienti dalle “fosse di San Ruffillo”, anch'egli fu con ogni probabilità tra le vittime di quella esecuzione. Risulta disperso dal febbraio 1945.

È stato riconosciuto partigiano dall'apposita Commissione regionale, con ciclo operativo dal 29 marzo 1944 al 20 febbraio 1945.


FONTI PRINCIPALI:

- Dizionario biografico degli Antifascisti di Bologna e provincia

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte

ALTRE FONTI:

- Andrea Ferrari, Paolo Nannetti, L’eccidio di San Ruffillo. Repressione nazifascista a Bologna nell’inverno 1944-45, Bologna 1988.

 

Rif: FUCILATO A SAN RUFFILLO-4147



Informativa sui Cookie | Cookie Policy