BACK
EBREO DEPORTATO DA BOLOGNA

ARBIB SIMON

Nato il 23 dicembre 1903 a Tripoli (Libia)
Residente a Bologna (BO)
Arrestato il 28 febbraio 1944 a Bologna (BO)
Luoghi di detenzione: carcere di Bologna, campo di Fossoli
Deportato ad Auschwitz il 5 aprile 1944
Non è sopravvissuto alla Shoah
nessun numero assegnato

Arbib Simon, da Samuele e Yvonne Ghenina, nato il 23 dicembre 1903 a Tripoli (Libia). Coniugato con Hassan Gerda Yvonne; padre di due figli: Alice ed Enrico. Sarto. Membro della Comunità ebraica di Bologna.

E' arrestato insieme ai due figli il 28 febbraio 1944 a Bologna da agenti della Questura.

Incarcerato a San Giovanni in Monte, con matricola 9623, a disposizione della Questura - Ufficio politico, è prelevato con i famigliari il 4 marzo 1944 per essere trasferito nel campo di concentramento di Fossoli.

E' deportato ad Auschwitz il 5 aprile 1944. Dubbia l'eventuale immatricolazione all'arrivo il 10 aprile.

Deceduto in luogo ignoto in data ignota.

Il suo nome è ricordato a Bologna nella Lapide della Comunità Israelitica in via Mario Finzi tra quelli dei membri deportati senza ritorno.


FONTI PRINCIPALI:

- Picciotto, Il libro della memoria

- Registri matricola del carcere di San Giovanni in Monte


Rif: EBREO DEPORTATO DA BOLOGNA-1131



Informativa sui Cookie | Cookie Policy