BACK
LAVORATORE COATTO

MASCAGNI CLETO

Nato il 16 marzo 1903 a Castel Guelfo (BO)
Residente a Castel Guelfo (BO)
Catturato il 14 settembre 1944 a Fantuzza di Castel Gulfo (BO)
Luoghi di detenzione: campo di Caserme Rosse di Bologna, campo GBA di Fossoli, Peschiera del Garda, Innsbruck
Luoghi di lavoro nel Reich: Monaco di Baviera
È sopravvissuto
nessun numero assegnato

Mascagni Cleto, di Cesare, nato il 16 marzo 1903 a Castel Guelfo (BO); lì residente.

E' catturato il 14 settembre 1944 a Castel Guelfo, in località Fantuzza, dove abitava, nel corso di un rastrellamento tedesco. Dopo un sommario interrogatorio è condotto a Bologna al campo di raccolta delle Caserme Rosse, dove rimane per circa tre giorni, per poi essere trasferito con un torpedone al campo di Fossoli, divenuto Sammellager per il GBA, l'organizzazione per il servizio del lavoro tedesco. Vi rimane quattro giorni prima di essere inviato a Peschiera del Garda, da dove alla fine di settembre è messo in partenza per il Reich per essere utilizzato come lavoratore coatto. In treno raggiunge Innsbruck, proseguendo poi fino ad una località nei pressi di Monaco di Baviera, dove rimarrà a lavorare fino al maggio 1945 e all'arrivo delle truppe alleate.

Riesce a rientrare presso la propria famiglia il 26 giugno 1945.


FONTI PRINCIPALI:

- Orazi, La deportazione nel Terzo Reich dall'archivio dell'Aned imolese

- CIDRA, archivio ANED Imola

 

Rif: LAVORATORE COATTO-3116



Informativa sui Cookie | Cookie Policy